La Gran Rivale Luigi Gualdo

ISBN: 9781479323296

Published: September 15th 2012

Paperback

208 pages


Description

La Gran Rivale  by  Luigi Gualdo

La Gran Rivale by Luigi Gualdo
September 15th 2012 | Paperback | PDF, EPUB, FB2, DjVu, audiobook, mp3, RTF | 208 pages | ISBN: 9781479323296 | 7.44 Mb

Estratto: ...conte avesse a mettere cosi vicino a sua figlia un giovane di venticinque anni, ma bisogna pensare che Paolo era serio, posato, e che Ida lo aveva veduto per tanto tempo da doverlo considerare come parte della mobilia di casa. Inoltre,MoreEstratto: ...conte avesse a mettere cosi vicino a sua figlia un giovane di venticinque anni, ma bisogna pensare che Paolo era serio, posato, e che Ida lo aveva veduto per tanto tempo da doverlo considerare come parte della mobilia di casa.

Inoltre, in quei tempi in cui laristocrazia sosteneva ancora fieramente tutti i pregiudizi di casta, non poteva entrare nemmeno un momento in capo al conte che sua figlia potesse volgere un solo sguardo verso una persona cotanto oscura qual era il povero artista. Assisteva anche spesso alla lezione. Ida dunque aveva aperto il cembalo e lasciava che le sue belle dita errassero alla ventura sui tasti, -quando a un tratto il conte entro-cosa insolita a quellora.

Era vestito con molta cura ed il suo viso sembrava irradiato da una espressione di contento. Si avvicino a sua figlia, le prese le due mani nelle sue e baciandola in fronte le disse: -Ti raccomando, mia cara, che oggi ti abbi a far bella, piu bella che sia possibile. E un sorriso che voleva dir molte cose passava intanto sulle sue labbra. -Perche, mio padre? domando Ida, fissandolo coi suoi grandi occhi azzurri. -Perche? Lo vedrai fra non molto. -Attendete forse qualcuno? Un nuovo sorriso, piu prolungato del primo, venne ad illuminare il volto del conte. E in poche parole racconto a sua figlia, la quale molto si stupi di un avvenimento tanto straordinario, come davvero attendesse qualcuno, il marchese di Sentis, un parente lontano.

-La lettera che mi hai veduto leggere era sua. Egli deve arrivare oggi. E un bravo, simpatico e bel giovane, buon gentiluomo e padrone di grasse terre in Normandia che quei briganti del 93 non gli hanno potuto carpire. Solo i possedimenti del castello di Sentis gli rendono cinquanta mila scudi allanno. Un paio dore dopo il marchese giunse.

Ida trovo che suo padre le aveva detto il vero. Poteva avere dai trentacinque ai quarantanni- alto, benissimo fatto, coi lineamenti regolari, col viso distintissimo e che...



Enter the sum





Related Archive Books



Related Books


Comments

Comments for "La Gran Rivale":


projekt-zam.pl

©2013-2015 | DMCA | Contact us